Confronta gli annunci

MILANO, BOLOGNA E FIRENZE SONO LE CITTÀ PIÙ SMART D’ITALIA

MILANO, BOLOGNA E FIRENZE SONO LE CITTÀ PIÙ SMART D’ITALIA

Per il quarto anno di seguito è Milano la città più smart d’Italia: lo ha rivelato l’ICity Rate 2017 di Fpa, parte del gruppo Digital360. Ogni anno la classifica valuta 106 capoluoghi in base a diversi parametri che spaziano dalla governance alla gestione dei rifiuti, dai trasporti pubblici alla diffusione della banda larga. Ebbene, se Milano è ancora prima, il suo successo sembra non essere più eccessivamente lontano da quello di BolognaFirenze.

Il primato milanese, però, resta imbattuto nel 20% degli indicatori, tra cui il tasso di imprenditorialità, il co-working e la qualità dei mezzi pubblici. Va molto peggio se si guarda alla qualità dell’ambiente in città: per il consumo di suolo Milano è solo 97sima in classifica e arriva al 98° posto per la qualità dell’aria. Dati che non sorprendono visto i ripetuti allarmi smog che, nell’ultimo mese, sono stati diffusi in città.

Bologna e Firenze sul podio, male il Sud

Bologna, che è la seconda città più smart d’Italia, stacca da Milano di soli due punti e conquista il primato nelle classifiche relative all’energia e alla governance. Firenze è terza: la città ha conquistato questa posizione grazie alle sue politiche di turismo sostenibile, per l’energia, la qualità dell’ambiente e la crescita digitale.

La top 10 delle dieci città più smart e avanzate d’Italia prosegue con altri sette casi di successo del Nord Italia: Venezia, Trento, Bergamo, Torino, Ravenna, Parma e Modena. La prima del Sud è Cagliari, che però occupa solo il 47° posto; mentre chiude al 106° Trapani.

Casi di successo

Volendo guardare ai maggiori successi registrati quest’anno, si segnalano le città di Trento e Bergamo che, in confronto al 2016, hanno guadagnato rispettivamente tre e cinque posizioni in classifica. A Trento, ad esempio, la scalata è dovuta in particolar modo alla qualità dell’ambiente e all’economia circolare, con la prima posizione assoluta nella gestione dei rifiuti urbani.

Roma guadagna quattro posizioni

Capitolo Roma: la Capitale stenta soprattutto per le scarse prestazioni della mobilità sostenibile, dell’occupazione, della governance e dell’energia. Rispetto alla classifica del 2016, però, Roma ha guadagnato quattro posizioni (piazzandosi ora al 17° posto), in virtù di una maggiore diffusione della banda larga, dei servizi online e degli open data.

Fonte: “immobiliare.it”

img

Kasalux

    Post correlati

    Tasse in Portogallo. Scopri alcuni dei cambiamenti per il 2018 in generale

    Rilievo nell'IRS, ma penalizzazione del reddito da lavoro autonomo. Nelle accise ci sono cose...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    Nei primi sei mesi del 2017 riprendono gli investimenti nel Lazio

    Nei primi sei mesi del 2017 l’economia del Lazio ha proseguito a espandersi, sebbene in maniera...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    L’Euribor in Portogallo rimane in tutte le scadenze

    I tassi dell'Euribor sono stati tenuti oggi a tre, sei, nove e dodici mesi dal...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    Partecipa alla discussione