Confronta gli annunci

Lone Star mette Vilamoura in vendita

Lone Star mette Vilamoura in vendita

L’attività, per dimensione, non dovrebbe essere completata entro il 2017. Tra le attività che sarà venduto da Lone Star è la Marina di Vilamoura, considerata una delle carte da visita dell’impresa. CBRE torna a consigliare il fondo americano.

Gli americani del fondo Lone Star hanno messo parte di Vilamoura in vendita, sai Business. La vendita di beni viene dopo che il fondo ha acquistato questa impresa di Algarve nel marzo 2015.

Come si è scoperto, l’operazione – a causa della sua dimensione – non dovrebbe essere chiusa fino alla fine del 2017.

Le attività incluse nella vendita sono principalmente terra per lo sviluppo immobiliare e la marina di Vilamoura, con 825 stazioni di ormeggio.

Il business sa anche che Lone Star è rappresentata dal consulente immobiliare CBRE, con il quale ha collaborato in altre attività in passato. Ci sono già interessati a consultare il processo, uno dei quali rappresentato da Aguirre Newman. Nessuno ha voluto commentare.

La società che gestisce il progetto, Vilamoura World e il suo proprietario, Lone Star, sono stati invitati a chiarire la vendita.

Il fatto è che parte di Vilamoura torna sul mercato due anni dopo essere stato acquistato da Lone Star per circa 200 milioni di euro, un valore inferiore a 360 milioni che Catalunya Banc (di proprietà di BBVA) aveva pagato André Jordan per questi beni .

Vilamoura ha una superficie di 1.700 ettari. Di questi 700 mila metri quadrati dedicati alla costruzione. Oltre alle aree residenziali e alberghiere, c’è un porto turistico, un casinò, campi da golf e infrastrutture per il calcio e il tennis.

Già nel settembre del 2015, il CEO di Vilamoura, Paul Taylor, ha annunciato un investimento di 1 miliardo di euro nel progetto di ristrutturazione dell’area circostante e sviluppa 18 progetti immobiliari, previsti per il completamento entro il 2020.

Nell’ottobre del 2016, Paul Taylor sarebbe stato sostituito da Juan Gómez-Vega. Ora il progetto viene consegnato a Dominique Cressot, rivelando i successivi cambiamenti che Lone Star ha promosso nella guida di questo business.

Una delle 18 opere più importanti, per dimensioni, sono i Laghi di Vilamoura, precedentemente noti come Lake City e distinti come un progetto di potenziale interesse nazionale (PIN). Come si può vedere, questo progetto non sarà nell’elenco di quelle Lone Star che vuole vendere. La costruzione doveva iniziare nel 2017.

Questa non è la prima volta che Lone Star Americans compra in Portogallo e poi aliena i beni, che sono la loro base d’affari. Il fondo ha acquisito i centri commerciali Dolce Vita Porto, Dolce Vita Douro e Dolce Vita Coimbra e li ha venduti nel 2015 a Deutsche Bank per circa 200 milioni. Già nel 2016, Lone Star è tornata sul mercato e ha venduto l’edificio monumentale e una delle torri del complesso di Torres de Lisboa agli spagnoli di Merlin, raccogliendo con l’azienda oltre 100 milioni di euro.

Il fondo sta negoziando l’acquisizione del 75% della Novo Banco, dopo un accordo raggiunto con la Banca del Portogallo.
Una storia di cambiare mani

È necessario ritornare agli anni ’60 per percepire l’origine di uno dei più importanti manifesti turistici in Portogallo. A quel tempo, il banchiere e il fondatore di Banco Português do Atlântico, Cupertino de Miranda, acquistarono una proprietà conosciuta come Quinta da Quarteira per sviluppare quello che sperava di essere lo sviluppo turistico più grande d’Europa. Negli anni ’90, dopo lo sviluppo di Quinta do Lago, l’imprenditore André Jordan si è unito al progetto Vilamoura, acquistando la sua totalità all’inizio del nuovo millennio. Quattro anni dopo, nel 2004, Vilamoura cessò di essere portoghese, con la vendita per 360 milioni di euro al gruppo immobiliare spagnolo Prasa. Con il fallimento, i beni furono finalmente integrati da Catalunya Banc, che solo dopo diversi tentativi poteva effettuare la vendita nel 2015 a Lone Star.

 

Fonte “Jornal Negócios”.

img

Kasalux

    Post correlati

    Investimento immobiliare mondiale nel 2019 al livello dei due anni precedenti

    Nel 2019, nonostante le incertezze sullo scenario economico mondiale, si prevede che gli...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    Il boom delle vendite e dei prezzi ha generato quattro società immobiliari al giorno

    Più della metà dei mediatori che operano in Portogallo sono nati negli ultimi due anni. Solo...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    120 milioni di mega venture iniziano nella Baia di Cascais

    Bayview, la mega-impresa da 120 milioni di euro che rivitalizzerà il nascente ingresso di Cascais,...

    Continua a leggere
    Kasalux
    di Kasalux

    Partecipa alla discussione