La scorta globale di immobili immobiliari commerciali investabili si estende a $27,5 trilioni

New York, Londra e Dallas sono i mercati più liquidi del mondo nel 2017

Secondo CBRE, Tokyo, New York e Los Angeles sono i più grandi mercati d’investimento immobiliari a livello mondiale, con la scorta mondiale di immobili immobiliari immobiliari invisibili a 27,5 miliardi di dollari.

CBRE ha esaminato il rapporto tra la dimensione del mercato urbano ei flussi di capitale in immobili per 122 città in tutto il mondo. La ricerca ha scoperto che vi è un’alta correlazione tra la dimensione di un immobile di una città e il volume di investimenti in quella città.

Principali risultati globali:

  • Tokyo è il più grande mercato unico mondiale con un valore totale di immobili immobiliari di 711 miliardi di dollari, seguito da New York (657 miliardi di dollari) e Los Angeles (482 miliardi di dollari).
  • Parigi (342 miliardi di dollari) e Londra (334 miliardi di dollari) sono i più grandi mercati europei.
  • Le prime dieci città hanno rappresentato circa $ 4.0 trilioni – il 15% degli stock immobiliari globali investabili.
  • Le più grandi città delle Americhe (New York, Los Angeles, San Francisco, Chicago, Houston) rappresentano 2 miliardi di dollari di immobili immobiliari invisibili; una figura che può essere attribuita alla natura del mercato libero della sua economia e delle città.
  • Le cinque maggiori città dell’Asia Pacifico (Tokyo, Seoul, Osaka, Sydney, Melbourne) ammontano a 1,5 trilioni di dollari, anche se vale la pena notare che i dati non erano disponibili per tutte le città della regione, inclusa la Cina.
  • Il totale relativamente più basso di $ 1 trilione nelle cinque città più grandi d’Europa (Parigi, Londra, Madrid, Milano, Monaco) è attribuito all’influenza dei confini nazionali, della pianificazione dell’uso del territorio e dei programmi di sostegno regionale.

La ricerca ha individuato le città “outlier” che non seguono la tendenza generale e hanno attirato più investimenti immobiliari rispetto alle dimensioni del mercato, suggerendo o viceversa. I mercati che hanno attirato più investimenti includono città statunitensi relativamente piccole come Tampa, Richmond, Austin e Charleston, mentre in Europa questa tendenza si applica alle città del Regno Unito come Edimburgo, Sheffield e Cardiff, Oslo, Düsseldorf e Tallinn.

Il CBRE ha inoltre studiato il rapporto tra la dimensione del mercato e l’afflusso degli investimenti immobiliari per stabilire la liquidità del mercato. Da città con un fatturato medio di almeno 10 miliardi di dollari, Londra, New York e Dallas segnano i primi tre mercati più liquidi, con rispettivamente l’8,6%, il 7,1% e il 7,0% di azioni negoziate su base annua. San Francisco, Los Angeles, Washington, D.C. e Parigi seguirono da vicino, tutti negozianti al di sopra del 4,8%.

“La quantità di magazzino disponibile in ciascun mercato è rilevante per gli investitori che perseguono una strategia di diversificazione globale: un vero portafoglio di mercato neutro deve essere ponderato per dimensione della città. La maggior parte degli investitori non persegue la diversificazione globale, ma molti hanno una strategia più strettamente definita. come “fondamentale immobiliare nelle città gateway globali”, è importante per questi investitori conoscere la dimensione relativa dei principali mercati degli investimenti per assicurare l’equilibrio del portafoglio “, ha dichiarato Chris Ludeman, presidente globale, Capital Markets, CBRE.

Fonte: “Commercial News » New York City Edition

Partecipa alla discussione

Confronta gli annunci

Confrontare

En continuant à utiliser le site, vous acceptez l'utilisation de cookies. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "consentire i cookie" per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetta" di seguito, acconsenti a ciò.

Vicino