Confronta gli annunci

Accordo sulla base del funzionamento Chamartin, ora chiamato il New Madrid Norte

Accordo sulla base del funzionamento Chamartin, ora chiamato il New Madrid Norte

Comune di Madrid, il Ministero dei Lavori Pubblici e ADIF azienda-Distretto Castellana Norte (DCN) hanno confermato le basi del funzionamento di Chamartin, ormai suo ennesimo denomination- come ‘Madrid Nuevo Norte’, che mira a promuovere lo sviluppo di il nord della capitale, paralizzato per 25 anni.

La base per lo sviluppo urbanistico a nord di Madrid si basano sui principi della proposta presentata comunale maggio 2016 che conteneva una valida, sostenibile e adeguata alle esigenze del intervento pubblico. Il pavimento totale è, esclusa la zona della stazione, di 2.680.000 m2 rispetto ai 3.370.000 del piano precedente, con una riduzione di 690.000 m2, il 20,5% in meno. In linea con quanto aveva sostenuto l’Concistoro presieduto da Carmena e lontano da quello che il BBVA aveva rimuginare più di due decenni.

Il documento definisce le linee guida per garantire uno sviluppo efficiente e sostenibile e propone una strategia di intervento globale con la modifica specifica di pianificazione territoriale. Il progetto individua cinque aree: stazione di Chamartin; Centro business; Fuencarral- Malmea (zona industriale); Fuencarral-Tres Olivos e Fuencarral-Las Tablas.

applicazioni generiche situato a nord della M30 saranno residenziale (800.000 m2), mescolato con la presenza di attività economica. Al contrario, la maggior parte a sud utilizzerà l’ufficio terziaria, molto legato alla stazione di Chamartin stesso, mantenendo il 20% di passaggio residenziali che deciderà i quartieri ambiente circostante.

Oneri di urbanizzazione devono essere indipendenti in ogni area, assegnando corrispondente alla trasversale est / ovest e nord / sud in proporzione uso del territorio urbano delle zone colpite. In questa materia, il destinatario degli usi di ADIF (DCN) assumerà corrispondenti oneri urbani a questi sviluppi e, in particolare, la quota corrispondente copra l’importo della copertura delle tracce. A questo costo un nuovo progetto che tenga conto saranno elaborate le condizioni derivanti dalla nuova organizzazione.

Sulla base di questi criteri ordinazioni urbane corrispondenti con una visione integrale saranno definiti e secondo i campi specifici di ciascuna delle caratteristiche prestazionali. Questi lavori saranno effettuati durante l’ultimo trimestre di quest’anno.

Uno dei principali obiettivi dell’operazione è il controllo e la regolazione di un’area edificabile per essere ceduto dai promotori al Comune di Madrid. Il piano di costruzione sopra disponibile 19.000 11.000 alloggiamento contro il quale comprende la nuova proposta, 42,1% in meno, di cui il 20% sarà protetto (circa 2200) rispetto al 10% del piano totale previsto 2015 cancellato dal Comune. In totale, il 37% delle case sarà per uso pubblico.

Inoltre, l’accordo prevede che le assegnazioni obbligatorie Consiglio Comunale sono realizzati in terreni residenziali, in modo che l’edilizia convenzionata 2200 saranno aggiunti altri 1.900 qualificato come libero. Ciò significa che la città avrà circa 4.100 famiglie di sviluppare politiche abitative pubbliche. Totale superficie residenziale in tutte le aree è pari a 1.100.000 m2.

Come raccolto la proposta comunale maggio 2016, le aree verdi e gli spazi aperti sono organizzati attorno ad un asse di continuo strutturata gestione e connettersi con altre grandi aree verdi della città. Inoltre, saranno strutturati adeguati sistemi di trasporto al fine di garantire la mobilità sostenibile in relazione agli usi e anticipato edificabile.

Un altro obiettivo della proposta comunale ambiziosa è la posizione del centro business di Chamartin, che alla fine sarà situato nella zona sud della M-30, in prossimità della stazione di Chamartin. Questa posizione faciliterà al fine di garantire la mobilità sostenibile delle persone di essere vicino a diverse stazioni e mezzi pubblici.

Inoltre, la riforma e la modernizzazione della stazione Chamartin sarà una delle chiavi per il nuovo piano perché Madrid aveva bisogno di una nuova stazione, stazione di riferimento moderno ed europeo, che è garantito in questa nuova proposta.

La maggior parte dello spazio in questo settore saranno per la posizione di quel grande centro (1.200.000 m2), anche se ci saranno appezzamenti in edilizia residenziale (300.000 m2), di cui il 20% sarà protetto. profitto totale a sud edificabile della M30 sarà di 1.500.000 m2. saranno sviluppati Le caratteristiche di questo settore si depositerà uno spazio tipi di edifici unici in una specifica normativa di altezza e di pianificazione.

L’attuale deposito di autobus Fuencarral si sposta in un altro spazio in cui si avvierà un centro operativo del tutto adeguati alle attuali esigenze del Transport Company Comune (EMT). qualificato come “trasporto sistema generale di servizio” nord del M-30, preferibilmente nel campo di tre olive o tabelle, con una superficie di circa 50.000 m2 terreno è abilitato.

Comune di Madrid resta impegnata a prendere nodi rimodellamento a nord di M-30 (il cui progetto è già in corso di elaborazione) e Fuencarral, che sarà integrato e reso compatibile con area generale. Sistemi e modelli di trasporto saranno adattati per garantire la mobilità sostenibile in relazione agli usi e anticipato edificabile.

Il Ministero dello Sviluppo, ADIF e RENFE hanno già presentato domanda per la sospensione delle azioni contenzioso-amministrativo proposto contro l’accordo del consiglio comunale di Madrid del 25 maggio 2016. Nel frattempo, DCN S.A. anche richiedere la sospensione delle amministrative appello contenzioso, in quanto le soluzioni poste da queste regole potrebbero finire la polemica in esso.

Con il tempo che la modifica del piano urbanistico generale che comprende i termini previsti nel presente documento è finalmente adottato, tutte le parti desistere dai procedimenti giudiziari contro detto Plenum.

Si prevede di iniziare amministrativo piano procedure all’inizio del quarto trimestre di quest’anno, con l’approvazione iniziale nel mese di gennaio 2018 e l’approvazione definitiva nel corso dell’ultimo trimestre del 2018. Prima della approvazione iniziale e contemporaneamente alla realizzazione di esso sviluppare un processo specifico di impegno con associazioni di cittadini articolati dal Comune di Madrid.

Fonte: Redazione in Macroeconomia e Política

img

Kasalux

    Partecipa alla discussione